07/09/2022

Concorso Regione Lazio, 295 unità Centri per l'impiego

Sono state avviate le nuove assunzioni della Regione Lazio per il reclutamento presso i Centri per l'impiego  di 295 unità di personale a tempo pieno e indeterminato, con il profilo professionale di Esperto mercato e servizi per il lavoro, categoria D - posizione economica D1. 


REQUISITI PER PARTECIPARE:

Per avere accesso alla procedura concorsuale indetta dalla Regione Lazio per il potenziamento dei Centri per l'impiego, gli aspiranti candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti entro il 30 settembre, data di scadenza del bando:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell'Unione Europea purché in possesso di adeguata conoscenza della lingua italiana. 
  • età non inferiore a 18 anni 
  • idoneità fisica alle mansioni previste dal bando 
  • godimento dei diritti civili e politici 
  • posizione regolare nei confronti degli obblighi militari
  • non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione 
  • non aver riportato condanne penali 
  • laurea magistrale (ordinamento di cui al D.M. 270/2004) o corrispondete laurea specialistica (ordinamento di cui al D.M 509/99) o diploma di laurea rilasciato secondo il previgente ordinamento universitario ed equiparato alle sottoelencate lauree magistrali ai sensi del decreto del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e delle Ricerca del 9 luglio 2009, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - serie generale n. 233  del 7 ottobre 2009: 
    - LMG/01 Giurisprudenza 
    - LM-14 Lettere 
    - LM-31 Ingegneria gestionale 
    - LM-38 Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione
    - LM-51 Psicologia 
    - LM-52 Relazioni internazionali 
    - LM- 56 Scienze dell'economia 
    - LM- 57 Scienze dell'educazione degli adulti e della formazione continua 
    - LM- 62 Scienze della politica 
    - LM- 63 Scienze delle pubbliche amministrazioni 
    - LM- 77 Scienze economico-aziendali 
    - LM- 81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo 
    - LM- 85 Scienze pedagogiche 
    - LM- 87 Servizio sociale e politiche sociali 
    - LM- 88 Sociologia e ricerca sociale 
    - LM- 90 Studi europei
  • Oppure una delle seguenti lauree triennali (ordinamento di cui al D.M. 270/2004) o equiparate: 
    - L- 12 Mediazione linguistica 
    - L-14 Scienze dei servizi giuridici 
    - L-16 Scienze dell'amministrazione e dell'organizzazione 
    - L-18 Scienze dell'economia e della gestione aziendale 
    - L-19 Scienze dell'educazione e della formazione 
    - L-24 Scienze e tecniche psicologiche 
    - L-33 Scienze economiche 
    - L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali 
    - L-37 Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace 
    - L-39 Servizio sociale 
    - L-40 Sociologia 


DOMANDA DI PARTECIPAZIONE 

È possibile inviare la propria domanda di partecipazione, esclusivamente per via telematica attraverso la "Piattaforma unica di reclutamento" al sito www.inpa.gov.it entro il termine perentorio di quarantacinque giorni dalla data di pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale. 


PROVE CONCORSUALI

Il concorso sarà espletato attraverso le seguenti fasi: 

  • una prova selettiva scritta, che si svolgerà esclusivamente con strumenti digitali, anche in sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali 
  • una prova orale che potrà essere svolta anche in videoconferenza. L'eventuale svolgimento della prova orale in modalità di videoconferenza e le relative modalità saranno comunicate preventivamente ai candidati. Il colloquio, anche se in via telematica, è pubblico
  • la valutazione dei titoli 

La prova scritta mira alla verifica del grado di conoscenza dei candidati delle materie d'esame e della capacità di contestualizzare le conoscenze e di utilizzarle nella risoluzione di problemi pratici. 

La prova consisterà in un test di n.40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile a 30 punti e si articolerà come segue: 

  • n.25 quesiti volti a verificare le conoscenze rilevanti delle materie da bando
  • n. 8 quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale.
  • n. 7 quesiti situazionali relativi alle problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell'ambito degli studi sul comportamento organizzativo.

La prova si intende superata se è raggiunto il punteggio minimo di 21/30.

La prova orale è volta a verificare le conoscenze e le capacità del candidato anche in merito alla contestualizzazione delle proprie conoscenze. La prova verterà, oltre che sulle materie previste dalla prova scritta, anche sui seguenti argomenti:

  • delitti contro la Pubblica Amministrazione
  • normativa in materia di trattamento e protezione dei dati personale 
  • normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza 
  • conoscenza della lingua inglese 
  • conoscenza della lingua italiana per i candidati non italiani 
  • accertamento delle conoscenze informatiche 


VALUTAZIONE DEI TITOLI 

La valutazione dei titoli è effettuata dalla commissione esaminatrice, anche mediante il ricorso a piattaforme digitali. A ciascun titolo di studio è attribuito un valore massimo complessivo di 10 punti sulla base dei seguenti criteri:

  • 0.5 punti per votazione da 107 a 110/110 con riferimento al voto di laure relativo al titolo di studio conseguito con miglior profitto nell'abito d quelli utili per l'ammissione al concorso 
  • 1 punto per ogni laurea, laurea specialistica o laurea magistrale, ulteriore rispetto al titolo di studio utile per l'ammissione al concorso
  • 0.5 punti per ogni master universitario di primo livello rilasciato da università pubbliche o privato legalmente riconosciute 
  • 1.5 punti per ogni master universitario di secondo livello rilasciato da università pubbliche o private  legalmente riconosciute
  • 2.25 punti per ogni dottorato ricerca 
  • 2 punti per ogni diploma di specializzazione 
  • massimo 2.25 punti per aver svolto: attività di assistenza tecnica presso le sedi territoriali delle regioni per garantire l'avvio e il funzionamento del reddito di cittadinanza;  attività lavorativa e/o di assistenza tecnica documentata in materia di servizi per il lavoro svolta presso le sedi territoriali dei centri per l'impiego. 


COME PREPARARSI

Vista la vastità delle materia da preparare per superare la prova concorsuale, Elearning Formazione dispone di corsi specifici utili all'acquisizione delle conoscenze necessarie. 

Di seguito, una serie di corsi specifici per ogni materia: 


Per maggiori dettagli consigliamo la lettura del bando.

Keep in touch.

Hai bisogno di informazioni?
Contattaci adesso! Clicca sul pulsante qui di seguito per avere tutti i nostri contatti o compilare un modulo di richiesta informazioni. Un nostro incaricato ti contatterà quanto prima e sarà a tua completa disposizione, per informarti sul mondo E-Learning Formazione.